Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 1168
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 15. Dezember 1921

Regest
Pacelli übersendet einen Artikel der "Frankfurter Zeitung", die er als jüdisch-demokratisch bezeichnet, über die Reichskonkordatsverhandlungen. Da der Artikel fast vollständig seine Punktation II – die Pacelli streng geheim halten wollte – wiedergibt, beklagte er die Indiskretion der Reichsregierung bei deren Vertreter in München Graf Zech-Burkersroda. Er überlässt Gasparri die Entscheidung über die Opportunität einer Demarche an den deutschen Botschafter beim Heiligen Stuhl von Bergen. Der Artikel verrät nach Pacellis Ansicht die Feindseligkeiten der DDP gegenüber der Kirche besonders in Bezug auf die Schulfrage und er weist die Angriffe zurück.
Betreff
Articolo della Frankfurter Zeitung sul progetto di Concordato per il Reich
Eminenza Reverendissima,
La giudaico-democratica Gazzetta di Francoforte ( Frankfurter Zeitung ) ha pubblicato nel suo numero 917 del 10 corrente un articolo sul progetto di Concordato per il Reic h , che compio il dovere di trasmettere qui accluso all'Eminenza Vostra Reverendissima insieme alla relativa traduzione italiana. In esso trovansi riprodotti in modo abbastanza preciso (salvo alcune inesattezze) i principali punti delle proposte per il futuro Concordato col Reich da me presentate al Signor Cancelliere e Ministro degli Esteri Dr.  Wirth con Nota del 15 Novembre scorso (cfr. Rapporto N. 22353 1 del 16 d. m.). È veramente deplorevole che, mentre in Baviera dopo ormai quasi due anni nulla è trapelato nei pubblici fogli delle proposte della S. Sede, quelle invece rimesse al Go-
32v
verno di Berlino, ove sembra siasi perduto qualunque senso di discrezione, sono apparse sulla stampa, nelle parti più importanti, soltanto venticinque giorni dopo la loro presentazione, nonostante che nella predetta Nota avessi chiesto esplicitamente, nell'interesse stesso del buon andamento delle trattative, l'osservanza del più stretto segreto. Non ho mancato quindi di muovere contro tale inopportuna pubblicazione energiche rimostranze presso il Rappresentante del Reich in Monaco, Sig.  Conte von Zech, e lascio all'Eminenza Vostra di giudicare se non sia forse utile di tenerne parola anche a cotesto Sig.  Ambasciatore di Germania.
Quanto alla sostanza l'articolo in discorso rivela le ostili disposizioni del partito democratico verso un Concordato favorevole ai diritti della Chiesa, soprattutto nella questione scolastica, e mostra le gravissime difficoltà che si oppongono alla conclusione del medesimo. È poi superfluo di rilevare quanto falsi ed ingiusti siano gli attacchi contenuti nell'articolo stesso. Basti qui di notare che il progetto in parola è stato presentato dietro insistente richiesta orale e scritta del Sig. Cancelliere (cfr. succitato Rapporto), e come, mentre, da un lato, si è cercato già di mantenere i suddetti punti nei limiti della Costituzione del Reich , dall'altro, nella menzionata Nota trovasi espressamente dichia-
33r
rato che la S. Sede, animata da sincero desiderio di accordo, è pronta a prendere in seria e benevola considerazione le eventuali proposte di modificazioni e di aggiunte, le quali venissero fatte dal Governo del Reich.
Dopo di ciò, chinato umilmente al bacio della Sacra Porpora, con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
1"N. 22353" hds. unterstrichen, vermutlich vom Empfänger, Randanmerkung: "m." [= manca].
Empfohlene Zitierweise:
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 15. Dezember 1921 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 1168, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/1168. Letzter Zugriff am: 19.07.2019.
Online seit 14.05.2013, letzte Änderung am 29.09.2014