Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 4018
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 04. September 1917

Regest
Die jüdische Gemeinde Deutschlands bittet den Papst, sich bei der italienischen Regierung für die Lieferung von Palmenzweigen aus Como für das Laubhüttenfest einzusetzen.
Betreff
Domanda di intervento della S. Sede in favore delle comunità israelitiche
Eminenza Reverendissima,
Le comunità israelitiche dell'Impero Germanico, per mezzo della "Freie Vereinigung für die Interessen des orthodoxen Judentums" di Francoforte e del Professore Dr. Werner, rabbino di Monaco, si sono rivolte a questa Nunziatura allo scopo seguente:
Secondo le parole della Bibbia, le comunità suddette per la Laubenhüttenfeste [sic] o festa dei tabernacoli (la quale ricorre il primo d'ottobre) hanno bisogno delle palme, che ordinariamente vengono loro dall'Italia. Ora, inaspettatamente e contro il proprio interesse il Governo Italiano ha all'improvviso proibito l'esportazione delle palme già pronte a Como, né finora si riesce ad ottenerla, sebbene esse non possano servire a scopo di nutrimento né per alcun altro profitto. Il tempo stringe, giacché l'esportazione dovrebbe aver luogo entro pochi giorni, se si vuole che le palme non giungano troppo tardi, tanto più che debbono essere poi distribuite in tutta la Germania.
2v
Le comunità israelitiche confidano perciò in un intervento di Sua Santità presso il Governo italiano e pregano la Nunziatura Apostolica di volersi interporre a tale scopo, aggiungendo che migliaia di membri, fedeli alla loro religione, proverebbero la più profonda riconoscenza per un felice successo.
Mi è sembrato che si trattava qui non già di un aiuto da prestarsi alle comunità israelitiche per uno scopo puramente civile o per la tutela dei diritti naturali comuni a tutti gli uomini (nel che non vi sarebbe stato alcun inconveniente), sibbene di una cooperazione, materiale e remota, ma positiva e diretta per l'esercizio del culto giudaico. Ho risposto quindi cortesemente al menzionato rabbino che, pur non essendomi possibile telegrafare per un simile affare (il quale, perché del tutto straordinario, richiedeva molte spiegazioni), avrei tuttavia inviato subito un rapporto urgente alla Santa Sede in proposito, ma prevedevo che a causa della lunghezza delle comunicazioni difficilmente esso sarebbe giunto in tempo utile, e non sapevo inoltre quale azione il Santo Padre avrebbe potuto spiegare al riguardo presso il Governo Italiano.
3r
Rimettendo pertanto ora la cosa al superiore giudizio dell'Eminenza Vostra Reverendissima, m'inchino al bacio della S. Porpora e con profondissima venerazione ho l'onore di rassegnarmi
di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
Empfohlene Zitierweise:
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 04. September 1917 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 4018, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/4018. Letzter Zugriff am: 19.07.2019.
Online seit 24.03.2010, letzte Änderung am 29.09.2014