Dokument-Nr. 8762
Ehses, Stefan an Pacelli, Eugenio
Boppard am Rhein, 03. Oktober 1921

Eccellenza!
Non mi basta la lingua per dire, quanto io son commosso dalla bontà veramente sovrana e Papale di Sua Santità in accordare e spendere una somma di danari, che supera ogni mio aspettazione di modo, che io mi domando, se non è presunzione mia di ricevere un dono di tal peso et importanza. Tanto più grande è il debito della mia profonda gratitudine verso Sua Santità in primo luogo e verso Sua Eminenza Rma ed Illma il cardinale segretario di Stato. Vostra Eccellenza Rma et Illma mi farà Suo debitore per tutta la mia vita, se vorrà benignamente farsi interprete dei miei sentimenti, coi quali io bacio umilmente i piedi di Sua Santità e la mano a Sua Eminenza. E di più io sarò obbligatissimo a Vostra Eccza,
127v
se vorrà farmi avere da Sua Santità la graziosa licenza di dedicare al Santo Padre questo volume nono del "Concilium Tridentinum", sì come la Santità di Pio X santa mem. si degnò di aggradire paternamente la dedica del volume quinto.
Per rispondere adesso alle domande di V. Eccellenza: le spese necessarie alla stampa del volume saranno di 250.000 MK, secondo il preventivo fatto in iscritto e viva voce dal tipografo Herder a Friburgo. Venti mila si spendono per Sua Eminenza Rma et Illma il cardinale arcivescovo Schulte di Colonia e per il mio Rmo vescovo Korum di Treveri, cioè 10.000 MK per ogniuno. Trenta mila ha decretato nel suo congresso di Wormatia (Worms) la Görres-Gesellschaft, venti mila si spera di tirare da certe altre fonti (ex. gr. Notgemeinschaft der deutschen Wissenschaft), così che la somma disponibile si può fis-
128r
sare a 70.000 MK, come scrive l'Eminenza del cardinale segretario di Stato. Resta dunque fin al conto pieno delle spese di 250.000 MK l'importo ben considerabile di 180.000, la qual somma metterà subito in azione la tipografia Herder, essendo il manoscritto del volume pronto a cominciare domani e continuare senza intervallo.
La consegna però di detta somma di 180.000 MK io pregherei Vostra Eccellenza, se piace, di farla non a me qui in Boppard, perché questa città non mi pare fornita di banco competente a tanti affari; io scrissi però al mio Rmo vescovo Korum di Treveri (Trier), di ricevere per conto mio la somma tanto generosamente accordata, e dal non esser venuta risposta negativa io faccio conclusione, che Monsgr. Rmo e Eccmo volentieri metterà la mano per dar la debita sicurtà a questo negotio.
Frattanto Vostra Eccellenza gradisca
128v
la più sincera riverenza e riconoscenza mia, avendomi sempre per
Suo
divotissimo servitore
Monsgr. Dr. Stefano Ehses
Proton. Ap.co a. i. p.
Rettore del Waisenhaus
di Boppard.
Empfohlene Zitierweise
Ehses, Stefan an Pacelli, Eugenio vom 03. Oktober 1921, Anlage, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 8762, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/8762. Letzter Zugriff am: 06.02.2023.
Online seit 14.05.2013, letzte Änderung am 01.10.2013.