Dokument-Nr. 19454
Thalheim-Hütten, Olga an Pius XI.
Mettmann, 15. August 1927

Protezione = Santa Sede!
Cartolina illustrata.
3<4>1 Accluse giornale
Caro e Padre Santo, buono, giusto e misericordioso!
Nella guerra mondiale, così terribile, volle il Capo della Santa Chiesa Madre Cattolica, un gran Bene per l'umanità, essendo occupato per vantaggio delle povere anime, vittime di guerra, in guisa eccellente, lasciando guarire immensi dolori!! Padre Santo, mi permette in clemenza Vostra queste righe! - Sono Germanica d'Estero: Olga Thalheim nata Hütten, di Mettmann Provincia del Reno, figlia di: Federigo Guglielmo Hütten fu e Hulda Hausmann fu! Il Padre mio aveva a Mettmann la direzione della cassa - di Risparmio e - del Comune, anni 43 in servizio della città Mettmann! - Ho vissuto col mio consorte: Massimiliano Teodoro Thalheim, a Signa, presso Firenze - il mio consorte aveva in Italia la fabbricazione di cappelli in paglia, era Exporter per l'America (U. St. A.) La nostra Villetta, così bella, costruita 1912/1913 - con 19. stanze vaste = 10. 8. 7. metri in lunghezza, situata in Signa, Piazza Umberto  I dovemmo lasciare, causa guerra, <l'>2Austria. 29. Maggio 1915, non avemmo la sicurezza alla persona propria - fummo disgraziati e profughi! -
187v
La casa è stimata, governo italiano, in prezzo di Lire ital. 100.000, poi in vendita, L: 132.000. compreso il valor, prima di guerra! Una ipoteca di L. 19.000 esiste = cassa di Risparmio - Firenze! - La lista dell'inventario non esiste di parte nostra, perché noi dovemmo fuggire, ho così danno enorme! - Dopo guerra, anni 1921-1926 presente nuovamente in l'Italia, perché l'ambasciata tedesca di Berna-Svizzera fece venirci! - Santo Padre - benché nata evangelica, le confesso francamente, ho tante simpatie al rito cattolico, ho visitata a Firenze tutte le belle chiese, voglio tanto bene alla sacra famiglia, la Madonna SS. è la mia avvocata buona, ed il mio buon San Giuseppe ho scelto come protettore in cielo e terra! - La mia nonna, Maria Francesca Hausmann nata Leymann, madre di mia madre defunta, nata: 1803 in Vestfalia, e fu: 1894 in Mettmann, era cattolica; noi fummo sempre amici della chiesa Madre ed abbiamo stimato il capo della Chiesa Santa! - Padre Santo mi trovo vedova; il mio carissimo consorte mi morì anno 1920 - un anno feci al mio povero Massimo Teodoro l'assistenza nel manicomio provinciale: Grafenberg presso Düsseldorf - giorno e notte, egli era paralitico, dovette, avere un servizio speciale; ho fatto tutto a lui, come una Madre buona e sto ancora sempre pregando per l'anima povera, che sia Iddio clemente col mio povero Massimiliano! - Padre Santo, così misericordioso per l'umanità!
188r
Avessi un gran desiderio, perché sto senza fratelli ed appoggio, che vuol prenderci il buon Padre Santo, clemente, sotto protezione, in guisa seguente!! - Nei questi mesi si fa al nostro governo a Berlino = un lavoro, = mi pare un po' rovesciato: per noi, poveri tedeschi danneggiati, (causa guerra,) in Estero! - Il nostro Governo vuol darci una somma percentuale, come la fine della storia, un accomodamento, per noi non essendo bastanza di vivere = il governo fece con me (Avvocato) un accordo di M: 64.000, valore 1914, ma loro non dissero: percentuale. Non sarebbe possibile, Padre Santo e buono, che sia Santità Vostra così clemente, di incaricare il Vostro Signor Ambasciatore della Santa Sede a Berlino - di appellare presso il Cancelliere: Reichskanzler Dr  Marx3 - (Zentrum), oppure all'ufficio competente, di avere un po' di pazienza con le povere vedove, le persone malate ed anziane, essendo solo, senza protezione e mezzi, e fare a noi = un paragrafo speciale della misericordia e doveri =4 e darci forse una rendita annuità per vivere, oppure restituirci il nostro avere nel valor completo?. Padre Santo, non mi trovo da anni in salute; sto nell'anno 50 nata 1878! - Feci 1923-1925. a Livorno: dama di compagnia e l'assistenza presso una Signora Nobile, quale era inferma di mente; non ho più bastanza forza, di farmi utile, come dama di compagnia, oppure avendo una personalità in cura, perché soffro molto alla malattia: nefritica (cronico) e fegato e tanti dolori ai nervi, sto sempre in gran dolori.
188v
Scrissi una volta al Ministro Dr  Stresemann, (Estero) ed egli mi ha spedito una sommetta, per un tempo di vivere e farmi la cura necessario, (acconto) l'ufficio competente era incaricato! - Ma ora non lo so come farlo senza appoggio, e voglio mettere il mio dolor dell'anima, nella buona mano del buon Padre Santo della cristianità! - Sono certo, che Santità Vostra sempre protegge le povere vedove, le persone malate ed anziane = il cuor del Padre Santo è sempre misericordioso. Sto contenta, un po' vivendo in pace, ho avuto tanti dispiaceri, venne la guerra, la fuga, l'arresto in treno; per 8 ore in Pistoia (Albergo)! la malattia del povero marito "incurabile" la povertà, la fame, mi hanno preso casa mia, sono senza tetto, la propria salute è danneggiata, causa guerra, ed il governo (Berlino) pensa di pagarci, disgraziati, senza appoggio e senza casa, percentuale, come si deve leggere nei giornali tedeschi. Sarò felice nel credo, che sia clemente il SS. Padre eterno e la Madonna SS. ed il mio SS. protettore San Giuseppe. forse si servono in questa maniera, di salvarci = le povere vedove - le malate ed anziane, ed io spero: il mio tutto di Santità Vostra - noi saremmo, senza Vostra Santità ajuto, in clemenza Vostra, perso! - La mia afflizione è grande, la mia speranza è anche grande, Santo, buon Padre!! - A chi si può rivolgere in disgrazia? Alla Religione con sua consolazione! - In manus tuas, Domine - commendo spiritum meum! - Prego per me, e per tutti infelici, senza mezzi, le vedove, le malate e le anziane! - Il Signore dei Signori sia sempre col Padre Santo e col massimo Clero! - Ringraziando di vero cuore, la Missione clemente, prego Santità Vostra, per la benedizione speciale e la preghiera! Informazioni sopra me: Signa  - famiglia Tofani. Ex Villa: Piazza UmbertoI, a Firenze Sorelle Miliani. Via Romana 24 terr.! Grazie - grazie e mille volte! Mi firma con umiltà, devotissima, la Vostra infelice figlia tedesca. Sarei felice, di ricevere una piccola parola Vostra!!!!! Olga Thalheim-Hütten!
Aufgrund der Vielzahl an grammatischen, syntaktischen und orthographischen Fehlern durch den Verfasser dieses Dokuments wurde darauf verzichtet, sie jedes Mal mittels eines [sic] als solche zu kennzeichnen.
1Hds. von der Verfasserin gestrichen und eingefügt.
2Hds. von der Verfasserin eingefügt.
3"Cancelliere: Reichskanzler Dr Marx" hds. vermutlich vom Empfänger in blauer Farbe untestrichen.
4"Non sarebbe ... e dovere" hds. am linken Seitenrand vermutlich vom Empfänger in roter Farbe angestrichen.
Empfohlene Zitierweise
Thalheim-Hütten, Olga an PiusXI. vom 15. August 1927, Anlage, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 19454, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/19454. Letzter Zugriff am: 26.11.2022.
Online seit 25.02.2019.