Dokument-Nr. 2221
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 28. November 1919

Regest
Der Geschäftsträger der Preußischen Gesandtschaft in München, Graf von Zech-Burkersroda, teilte Pacelli mit, dass die Entente versucht, das saarländische Gebiet von der Diözese Trier abzutrennen, um es dem Einfluss Deutschlands zu entziehen und so einen günstigen Ausgang der Volksabstimmung zu erzielen, die in fünfzehn Jahren stattfinden soll. Es geht die Rede, dass der Trierer Bischof Korum in einem Schreiben an den Heiligen Stuhl gegen diese Ausgliederung protestiert hat. Pacelli sicherte von Zech-Burkersroda zu, dass der Heilige Stuhl bisher keine offizielle Mitteilung seitens der französischen Regierung in diesem Sinne erhalten hat und bittet Gasparri um weitere Informationen und Weisungen, die ihm bei Befragungen der preußischen Regierung nützlich sein können.
Betreff
Sul territorio del bacino della Sarre
Eminenza Reverendissima,
Questo Incaricato d'Affari di Prussia, Signor Conte von Zech, mi ha comunicato "essere venuto a conoscenza del suo Governo che le Potenze dell'Intesa si adoperano presso la Santa Sede per ottenere il dismembramento del territorio della Sarre dalla diocesi di Treviri. Si tratta evidentemente di un ulteriore tentativo allo scopo di sottrarre il territorio medesimo dalla influenza della Germania e di preparare sin da ora in senso favorevole all'Intesa il plebiscito che in forza del trattato di pace dovrà aver luogo fra quindici anni. Si dice che il Vescovo Monsignor Korum, al quale i piani dell'Intesa sono sommamente sgraditi anche dal punto di vista ecclesiastico, in una lettera diretta a Sua Santità abbia protestato contro il progettato dismembramento. Com'è naturale, il Governo Prussiano ha straordinario interesse di opporsi a tale disegno".
In conformità col venerato Dispaccio dell'Eminen-
17v
za Vostra Reverendissima N. 96405 del 17 Settembre scorso, ho assicurato il sullodato Signor Conte che almeno sino a quell'epoca la Santa Sede non aveva ricevuto al riguardo alcuna comunicazione diretta dal Governo francese e che in ogni caso Essa non mancherebbe di tener presenti le osservazioni dei Vescovi interessati. Ciò nondimeno, data la grande importanza che il Governo anzidetto annette alla questione, sarei grato all'Eminenza Vostra, se si degnasse di farmi pervenire ulteriori notizie od istruzioni che fossero del caso.
In tale attesa, chinato umilmente al bacio della Sacra Porpora, con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 28. November 1919, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 2221, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/2221. Letzter Zugriff am: 08.12.2022.
Online seit 04.06.2012, letzte Änderung am 01.02.2022.