Dokument-Nr. 8530
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 02. Februar 1918

Regest
Nach Erhalt des Telegramm Gasparris über das neue Familien- beziehungsweise Eherecht im Osmanischen Reich wandte sich Pacelli an den Reichskanzler, damit die Reichsregierung zugunsten der vom Apostolischen Delegaten Angelo Maria Dolci vorgeschlagenen Regelung interveniere. Hertling versicherte, sich hierauf an den deutschen Rat im türkischen Justizministerium Rudolf Heinze gewandt zu haben, der erklärte, es sei schwer, die Regierung zu einer Änderung von sich aus zu bewegen, doch werde das Gesetz in der osmanischen Kammer wohl so stark angegriffen werden, dass es völlig unklar sei, inwieweit es tatsächlich Rechtskraft erlangen werde.
Betreff
Sulla legislazione matrimoniale nell'Impero Ottomano
Eminenza Reverendissima,
Non appena mi giunse il venerato cifrato dell'Eminenza Vostra Reverendissima N. 311 relativo alla legislazione matrimoniale in Turchia, mi rivolsi senza indugio al Signor Cancelliere dell'Impero, pregandolo caldamente affinché il Governo Imperiale agisse sulle Autorità Ottomane 2 in favore dell'accettazione del Regolamento presentato da Monsignor Delegato Apostolico di Costantinopoli.
Ora il Signor Conte von Hertling, con sua lettera in data del 30 Gennaio scorso, giuntami stamane, mi partecipa in via "strettamente confidenziale" che l'Ambasciatore Imperiale a Costantinopoli già da tempo si adopera per appoggiare i desideri di Vostra Eminenza comunicatigli da Monsignor Dolci. A tal fine egli ha particolarmente interessato il Consigliere germanico nel Ministero della Giustizia ottomano, Dr.  Heinze, a mettersi in rapporto con Monsignor Delegato Apostolico. Il detto Signore è bensì di parere che il Governo Turco sul momento difficilmente può mutare da solo le disposizioni da essoda esso 3
39v
emanate come legge provvisoria; stima però che ciò non influisce in alcun modo sulla redazione definitiva della legge, la quale si prevede sarà fatta segno nella Camera Ottomana a forti attacchi, e che non è possibile dire per ora fino a qual punto la legge in genere sarà applicata.
Dopo di ciò, chinato umilmente al bacio della Sacra Porpora, con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
1"31" hds. in roter Farbe unterstrichen, vermutlich vom Empfänger.
2"Autorità Ottomane" hds. in blauer Farbe unterstrichen, vermutlich vom Empfänger.
3"da esso da esso" hds. vermutlich von Pacelli gestrichen.
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 02. Februar 1918, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 8530, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/8530. Letzter Zugriff am: 30.11.2022.
Online seit 17.06.2011, letzte Änderung am 29.09.2014.