Dokument-Nr. 17700
Pacelli, Eugenio an La Puma, Vincenzo
[München], 25. April 1925

Schreiber (Textgenese)
PacelliPacelli
Betreff
Sulla emissione dei voti solenni nei Monasteri delle Monache in Baviera
Compio il dovere di accusare alla S. V. Illma e Revma regolare ricevimento del venerato Foglio di cotesta S. Congregazione N. 574/21 in data del 12 Marzo p. p. e di assicurarLa e di assicurar che feci che ne diedi subito la ingiuntami comunicazione alla Curia vescovile di Ratisbona. del contenuto del medesimo.
A tale proposito mi sia permesso di ricordare come la cotesto S. Dicastero con Dispaccio N. 574/21 del 20 Giugno 1924 mi autorizzò si degnò di autorizzarmi con Dispaccio N. 574/21 del 20 Giugno 1924 a partecipare ai Monasteri interessati la decisione relativa ai voti solenni delle Monache in Baviera per mezzo dei rispettivi Ordinari, ordinandomi però tuttavia però di rendermi poi conto che effettivamente il tutto fosse fosse stato debitamente eseguito. In conformità
82v
di questa istruzione, nel rendere nota notificare ai Revmi Ordinari della Baviera con Circolare del 9 Luglio 1924 la sullodata decisione, li pregai in pari tempo di inviarmi una relazione al riguardo.
Debbo tuttavia ora riferire alla S. V. che soltanto tre C degli anzidetti Ordinari in discorso (Ratisbona, Augsburg e Würzburg) mi hanno rimesso tale detta relazione, mentre nulla ho finora - ed in forma, del resto, - assai sommaria, mentre nulla finora ho ricevuto dalle altre cinque Curie arcivescovili e Vescovili cinque diocesi (Monaco e Frisinga, Bamberga, Eichstätt, Spira e Passavia). ; sebbene   possa   forse   al qual proposito, nondimeno,   occorrae di notare che in qualcuna delle diocesi,   di esse,   delle rispettive diocesi,   di esse,   forse a   vale a dire in Spira e forse anche in Bamberga, non sembra vi siano Monasteri di tal genere (almeno per quanto ho potuto rilevare dal Kirchliches Handbuch del Krose e dai rispettivi relativi   rispettivi "Schematismi") che vi siano Istituti di tal genere. - D'altra parte, però Io C credo , salvo errore, che i Revmi Prelati non am a i no in generale troppo che i detti Monasteri emettano i voti solenni; e poiché sarebbe Siccome, poi, riuscirebbe per me cosa ben delicatoa di insistere presso le menzionate Curie, ed ancor più di fare una comunicazione diretta ai Monasteri, medesimi, oso di
83r
sottoporre umilmente al superiore giudizio di cotesta S. Congregazione che la decisione in discorso (eventualmente colla ulteriore dichiarazione contenuta nel Foglio citato in principio) venga sia pubblicata negli Acta Apostolicae Sedis. In tal questo modo le Religiose interessate verrannoebbero senza dubbio, prima o dopo, dopo,   poi, a conoscenza della medesima. di essa. Avendo, d'altra parte, il nuovo Concordato nell'articolo  II secondo dato riconosciutao agli Ordini ed alle Congregazioni religiose piena libertà anche riguardo quanto "al loro genere di vita a norma delle Costituzioni approvate dalla Chiesa", sembrami parmi subordinatamente che nulla osterebbe, anche per ciò che riguarda l'Autorità civile, alla pubblicazione in parola.
Con sensi di profondo ossequio ho l'onore di rassegnarmi
Della S. V. Illma e Revma
82r, links oberhalb des Empfängers hds. von unbekannter Hand, vermutlich von einem Nuntiaturangestellten, notiert: "C".
Empfohlene Zitierweise
Pacelli, Eugenio an La Puma, Vincenzo vom 25. April 1925, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 17700, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/17700. Letzter Zugriff am: 15.06.2024.
Online seit 24.06.2016.